Ho deciso di interrompere la mia attività di blogger perchè le elezioni politiche sono state vinte da Berlusconi. Non voglio offrire la mia esperienza ad una popolazione così stupida.

Annunci

Con Woonz puoi trovare facilmente il brano musicale che cerchi.

Il servizio, che scansiona la rete in cerca di file audio MP3 e WMA, è semplice nell’utilizzo ed efficiente; si può cercare tramite il nome dell’artista o della canzone. Nessun brano è ospitato nei loro Server.

Le ricerche effettuate risultano anonime in quanto il motore non tiene traccia degli indirizzi IP.

La musica può essere ascoltata in streaming tramite un player in Flash che si apre in una finestra popup o scaricata direttamente sul tuo computer.

Link

L’incredibile Veltroni

febbraio 26, 2008

The_incredibles_PD.jpg

Veltroni ha mentito in pubblico a milioni di italiani in diretta televisiva. Nel programma di Fabio Fazio: “Che tempo fa” nel 2006. Voi comprereste una macchina usata o un partito democratico da un bugiardo? La televisione permette di dire il falso. Nessuno lo ricorderà. Nessun giornalista servo lo ricorderà. La Rete invece ha una memoria formidabile.Veltroni disse, prima di essere eletto sindaco part time di Roma per la seconda volta, che dopo il mandato si sarebbe ritirato dalla politica. E affermò con aria di sfida: “Vedremo se sarà vero o no”. Ebbene, sappiamo che è falso. In un altro Paese la sua carriera sarebbe finita, da noi è appena iniziata.

Testo:
Fabio Fazio: Dicono che lo scontro dovrebbe essere tra lei e Casini. Questa voce a lei è arrivata mai?
Walter Veltroni: Guardi, sono arrivate tante voci. Sull’Economist c’era scritto Fini ed io.
Fabio Fazio: Lei c’è sempre però. Questa è la costante.
Walter Veltroni: E’ la sicurezza che non ci sarò. Il fatto di esserci sempre è la garanzia che io non ci sarò. Davvero io considero che se farò di nuovo il sindaco di Roma nei prossimi cinque anni, alla fine di questo secondo quinquennio io avrò concluso la mia esperienza politica.
Fabio Fazio: Davvero?
Walter Veltroni: Sì, perché non bisogna fare politica a vita: bisogna continuare a fare le cose nelle quali si crede facendo altro. Ci sono tante cose che si possono fare. So che quando dico questo tutti mi guardano dicendo “Eh guarda che furbacchione, dice così ma non è vero!”. Ne parleremo tra cinque anni, vedremo tra cinque anni se sarà vero o no.”

Link

Veltroni è diabolico. Ha copiato gli slogan e il programma di governo di Berlusconi. Che all’inizio se ne è risentito pubblicamente, ma poi ha capito. Veltroni li ha solo alleggeriti, ma di poco. Un “ma anche” qua. Un ripartiamo là. Un conflitto di interessi sbianchettato dappertutto. L’entusiasmo di Testa d’Asfalto per il suo seguace (perché se uno ti copia il programma vuol dire che lo approva, e quindi è dalla tua parte) è giunto fino a una dichiarazione di inciucio eterno. Veltroni lo tiene sulle spine e intanto lavora.
Giorno dopo giorno forma una squadra di governo con gli uomini di Berlusconi. E’ come una campagna acquisti di Moggi, arriva sempre prima lui: Walter Veltroni.
Veronesi, detto Cancronesi, diventerà il prossimo ministro della Salute. Ichino, giuslavorista in prima linea a favore dei precari (lui ne vorrebbe sempre di più) sarà ministro del Lavoro. La Bonino, che ha vigilato sul flusso incontrollato dei Rom in Italia e sui fondi europei alle mafie, continuerà la sua attività di ministro per la Comunità Europea. Per il ministero dell’Industria è stato arruolato Matteo Colaninno, presidente dei giovani industriali. Il padre Roberto, amico di D’Alema, è uno dei capitani coraggiosi con le pezze al culo che iniziò la distruzione di Telecom comprata a debito. Ed è stato anche (“ma anche”) condannato per il crac Italcase a 4 anni e un mese e all’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni.
Corre voce che Veltroni voglia completare la squadra con il figlio di Mastella alla Giustizia, Geronzi all’Economia (su segnalazione di D’Alema e Bersani), il figlio di Romiti al nuovo ministero di Val di Susa-Ponte-di-Messsina-nuovi-inceneritori con ampie deleghe alla manganellatura.
Si dice anche (“ma anche”) che Veltroni abbia scelto il portavoce, uno che fa concorrenza a Fede, Mentana e Feltri messi insieme. E’ il formidabile Riotta.
Non si interrompe un sogno, non si spegne un’emozione.

Molto particolare il brano Dance X-Static – True love (Original ver.) del 1997, prodotto in Italia da Visnadi.

Vocals di Federica Micheli.

Download sample (~2,2 MB)
Link

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Tanti programmi permettono di bloccare e nascondere le cartelle sul sistema Windows; quasi nessuno di questi programmi, però, ha le stesse potenzialità di My Lockbox. La differenza che c’è tra gli altri applicativi e questo è molto importante: gli altri programmi, infatti, non nascondono veramente la cartella; se provi ad accedere in modalità provvisoria, probabilmente, la cartella è visibile ed esposta a tutti.

My Lockbox invece è un programma veramente ben fatto; impostando la cartella come nascosta, neanche tramite modalità provvisoria potrai accederci, se non inserendo la password che hai impostato. Quindi massima sicurezza per i tuoi dati.

Link

eMule e i Server spia

febbraio 22, 2008

Segui queste istruzioni per usare il client P2P evitando di collegarti ai Server spia.

I Server spia sono creati, dalle stesse major, per tracciare gli IP degli utenti collegati e per vedere chi scarica cosa.

Il suggerimento che segue è utile per qualsiasi versione di eMule.
Una volta avviato eMule, vai sulla scheda Server ed elimina tutti i server presenti nella lista, cliccando con il tasto destro su uno dei server presenti in lista e dando il comando Elimina tutti i Server. Ora vai su Opzioni, poi su Server, quindi clicca su Lista.
Ti si aprirà il BloccoNote di Windows. Inserisci nel file di testo i seguenti URL:
http://peerates.net/servers.php
http://www.gruk.org/server.met
http://www.server-met.de/dl.php?load=gz&trace=33357819.4167
http://ed2kmet.x24hr.com/pl/slist.pl?download/server-good.met
http://ed2kmet.x24hr.com/pl/slist.pl?download/server-best.met

Se sono già presenti altri URL, eliminali. A questo punto, chiudi il blocco note salvando il file; ogni volta che verrà avviato eMule verrà aggiornata la lista dei Server con quelle presenti sui siti che hai appena incollato sul file di testo.
In questo modo eMule scarica principalmente liste di Server non spia. Per essere sicuri al 100% di non navigare su server Spia, puoi usare PeerGuardian , un ottimo programma che blocca le connessioni verso indirizzi IP ritenuti sospetti.

A me la lista dei server si è dimezzata, dopo l’aggiornamento senza i server Spia. La tua invece?

Cos’è l’MD5?

L’MD5 (acronimo di Message Digest algorithm 5) è un algoritmo per la crittografia dei dati a senso unico realizzato da Ronald Rivest nel 1991 e standardizzato con la RFC 1321.

Questo tipo di codifica prende in input una stringa di lunghezza arbitraria e ne produce in output un’altra a 128 bit (ovvero con lunghezza fissa di 32 valori esadecimali, indipendentemente dalla stringa di input) che può essere usata per calcolare la firma digitale dell’input. La codifica avviene molto velocemente e si presuppone che l’output (noto anche come “MD5 Checksum” o “MD5 Hash”) restituito sia univoco (ovvero si ritiene che sia impossibile, o meglio, che sia altamente improbabile ottenere con due diverse stringhe in input una stessa firma digitale in output) e che non ci sia possibilità, se non per tentativi, di risalire alla stringa di input partendo dalla stringa di output (la gamma di possibili valori in output è pari a 16 alla 32esima potenza).

Storia e crittanalisi

I Message Digest sono una serie di algoritmi progettati dal professor Ronald Rivest al MIT. Quando studi analitici indicarono che il predecessore dell’MD5, l’MD4 era insicuro, l’MD5 fu progettato nel 1991 come rimpiazzo più sicuro. (La debolezza dell’MD4 fu provata da Han Dobbertin.)

Applicazione pratica dell’MD5

La crittografia tramite algoritmo MD5 viene applicata in tutti i settori dell’informatica che lavorano con il supporto delle firme digitali o che comunque trattano dati sensibili. Ad esempio, viene utilizzata per controllare che uno scambio di dati sia avvenuto senza perdite, semplicemente attraverso il confronto della stringa prodotta dal file inviato con quella prodotta dal file ricevuto. Con lo stesso metodo si può verificare se il contenuto di un file è cambiato (funzione utilizzata dai motori di ricerca per capire se una pagina deve essere nuovamente indicizzata). È diffuso anche come supporto per l’autenticazione degli utenti attraverso i linguaggi di scripting Web server-side (PHP in particolare): durante la registrazione di un utente su un portale internet, la password scelta durante il processo verrà codificata tramite MD5 e la sua firma digitale verrà memorizzata nel database (o in qualsivoglia contenitore di dati). Successivamente, durante il login la password immessa dall’utente subirà lo stesso trattamento e verrà confrontata con la copia in possesso del server, per avere la certezza dell’autenticità del login.

Esempi

L’hash MD5 a 128 bit (16 byte) (anche chiamato message digest) è rappresentato come una sequenza di 32 cifre esadecimali.

Il seguente mostra una stringa ASCII di 47 byte e il corrispondente hash MD5:

MD5("Cantami o diva del pelide Achille l'ira funesta")
= b4dd7f0b0ca6c25dd46cc096e45158eb

Un piccolo cambiamento nel messaggio provocherà (molto probabilmente) un hash risultante molto differente, per esempio cambiando una a con una o:

MD5("Contami o diva del pelide Achille l'ira funesta")
= f065b51db9c592bf6ecf66a76e39f8d0

L’hash corrispondente alla stringa nulla è:

MD5("")
= d41d8cd98f00b204e9800998ecf8427e

WinMd5Sum – Verificatore del valore di hash MD5

WinMd5Sum è una leggera utilità gratuita che permette di verificare, nel sistema Windows, che il file scaricato sia quello originale.

Sono, infatti, sempre più numerosi i siti che segnalano il codice MD5 corretto del file, informazione utile se si desidera confrontarla con il codice hash calcolato sul file scaricato per capire se la copia ottenuta è davvero autentica.

Dopo l’installazione del programma, viene aggiunta la voce WindMd5Sum nella sezione “Invia a” del menù contestuale di Esplora risorse alla selezione di un file di un qualsiasi formato.

All’avvio di WinMd5Sum viene eseguito il comando Calculate; quindi non ti resta che copiare il codice hash originale nell’apposita casella di testo e premere Compare per sapere se l’hash corrisponde.

Download WinMD5Sum (~180 KB)

Link


Main Window

Finestra principale

WinDirStat è uno strumento di visualizzazione delle statistiche sull’utilizzo del disco e di pulizia per Windows (tutte le versioni correnti).

Caratteristiche

WinDirStat legge l’intera gerarchia delle cartelle e successivamente la presenta in tre utili modalità di visualizzazione:

  • L’elenco delle cartelle, che somiglia alla visualizzazione gerarchica ad albero delle cartelle di Windows Explorer ma è ordinato per la dimensione del file/sottocartella,
  • La mappa gerarchica, che mostra l’intero contenuto dell’albero della cartella in ordine,
  • La lista delle estensioni, che funge da legenda e mostra la statistica sui tipi di file.
  • Coppia. Seleziona un elemento nell’elenco delle cartelle: La mappa gerarchica lo evidenzia; e viceversa.
  • Zooming.
  • Azioni incorporate di pulizia inclusi Apri, Mostra le proprietà, Cancella.
  • Azioni di pulizia basate su linea di comando definibili dall’utente.
  • Lavorare con impulsi di rete e percorsi UNC.
  • Opzione ‘Crea report di utilizzo del disco’.
  • Opzione ‘Segnala un bug/Feedback’.
  • Guida in linea.
  • Installer.
  • Il linguaggio può essere impostato su ceco, olandese, estone, finlandese, tedesco, inglese, spagnolo, francese, ungherese, italiano, polacco e russo.
    Basta dare un’occhiata al sito Web delle traduzioni se vuoi aiutare o se vuoi saperne di più.

Drive Selection

Selezione dell’unità

Piattaforme e stato

WinDirStat è noto per poter essere eseguito su Windows 95 (IE5), Windows 98 SE, Windows ME, Windows NT4 (SP5), Windows 2000, Windows XP, Windows Server 2003 e Windows Vista.

Il programma si presenta in due varianti: Ansi e Unicode.

Gli utenti di Windows 9x e ME devono usare la variante Ansi. Tutti gli altri dovrebbero usare la variante Unicode.

WinDirStat è un software libero pubblicato sotto la GNU General Public License.

Cos’è una mappa gerarchica?

Una mappa gerarchica rappresenta ciascun file come un rettangolo colorato, la cui area è proporzionale alla dimensione del file. I rettangoli sono disposti in modo tale, che anche le cartelle corrispondano a dei rettangoli, che contengono tutti i loro file e le sottocartelle. Così la loro area risulta proporzionale alla dimensione delle sottogerarchie. Il colore del rettangolo indica il tipo di file, come mostrato nell’elenco delle estensioni. L’obreggiatura a cuscino in più lancia la struttura della cartella. Il concetto di mappa gerarchica fu inventato da Ben Shneiderman.

Origine

Il programmatore, rimasto affascinato da KDirStat, un programma analogo per KDE, si è ispirato appunto a questo applicativo per crearne un equivalente in Windows.

Download per tutte le versioni di Windows: WinDirStat Setup (Ansi & Unicode) (~630 kiB)
Link

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Auto GK ovvero Gordian Knot (un vecchio e storico programma per conversione DivX) in versione riveduta e corretta, e semplificata. Il programma, open source e gratuito, consente di trasformare un film in DVD in un file (o più file) in formato compresso DivX o Xvid.

L’interfaccia è abbastanza semplice ed intuitiva e presenta una unica schermata di dialogo con poche opzioni, ma buone, consentendo anche ai non espertissimi di convertire film con poca fatica (ma tanto tempo a disposizione).

Durante l’installazione vengono installati anche numerosi programmi accessori, necessari per lo svolgimento di tutte le operazioni di codifica: Avisynth, VobSub e altri amici possono restare dei perfetti sconosciuti, l’importante è installare tutto correttamente, per poi godere della semplicità di AutoGK. Questa utility è in sostanza una interfaccia per usare in modo semplificato alcune utility esistenti, senza impazzire tra configurazioni di codec, bitrate, e senza prendere una laurea in DivX/Xvid.

La semplificazione estrema richiede comunque un minimo di intervento da parte dell’utente. Occorre indicare il film da comprimere, selezionando manualmente il file “IFO” presente nella cartella VIDEO del DVD, e quindi scegliere la lingua, o le lingue, da includere nel file compresso ed anche gli eventuali sottotitoli.

Primo passo, dunque, selezione della fonte da comprimere (un DVD o un file MPEG2, MPEG1, AVI e DV) e decidere dove salvare, e con che nome, il file compresso. Secondo passo: selezionare le tracce audio ed i sottotitoli da includere. Terzo passo: decidere la dimensione del file risultante, da un menu a discesa (1Cd, 2Cd, 3Cd, 1DVD etc) o immettendo manualmente la dimensione desiderata. Il quarto ed ultimo passettino (opzionale) consente di scegliere il tipo di compressione da usare (Xvid o DivX) con qualche parametro dedicato ai più esperti.

Infine è necessario cliccare sul bottoncione “Add Job” per inserire nelle “cose da fare” la codifica appena scelta, visto che il programma può anche essere usato per codificare una serie di file in sequenza… visto il tempo necessario per tutte le operazioni. Ovvero: vado a dormire e lo lascio lavorare, a comprimere un film.

Una volta inserito il “Job”, o i vari “Job”, un semplice click sull’inequivocabile bottone “Start” apre le danze alla compressione vera e propria. Niente paura: si apriranno finestre ed altri programmi che ruminano file e numeri, AutoGK è al lavoro, insieme ai suoi amichetti software.

Non tutte le ciambelle riescono col buco, e non tutti i DVD si lasciano ovviamente smanacciare da programmini di questo tipo. Può essere necessario riversare su hard disk il contenuto del DVD eliminando eventuali protezioni con programmi come DVD Decrypter o simili, fermo restando che ogni uso abusivo non personale o commerciale è tassativamente proibito.

AutoGK nella maggior parte dei casi si comporta bene, e semplifica veramente la vita a chi ha necessità di ridurre le dimensioni di grandi file video. Capisce da solo se si tratta di filmati PAL o NTSC, consente di ottimizzare in vari modi l’audio (per espertoni!) e divide automaticamente in più dischi file compressi, se si vuol comprimere senza compromettere troppo la qualità finale del file Divx/Xvid.

Note dolenti? Purtroppo il progetto AutoGK è stato abbandonato. Questo significa che per il momento il programma funziona, ma vista la velocità con la quale cambiano codec ed i programmi accessori che utilizza.. potrebbe diventare obsoleto. Per fortuna trattandosi di un progetto e programma open source non è escluso che un AutoGK2 la vendetta vada presto a sostituire questa utile utility.

Link

Launchy è un’utilità gratuita per Windows progettata per aiutarti a dimenticare il tuo menu start, le icone sul tuo desktop, e persino il tuo file manager.

Launchy indicizza i programmi del tuo menu start e permette di richiamare i tuoi documenti, files di progetto, cartelle, e segnalibri con la pressione di poche combinazioni di tasti!

Link